Tu sei qui

SGNA Design Festival: Legno Futuro

StampaSalva .pdf

Quasi 200 ragazzi hanno partecipato all’incontro  Legno futuro mercoledì 16 novembre nell’auditorium delle scuole di San Giovanni al Natisone. Tutti inchiodati alle sedie, compresi i giovanissimi delle medie provenienti dal vicino Istituto Comprensivo, a guardare un cartoon prodotto dalla Toyota a dimostrazione del valore e della versatilità del legno. (6 tipi di essenze diverse sono state usate per costruire un’utilitaria dimostrativa presentata all’ultimo Salone del Mobile di Milano. Ma si è parlato anche di legno liquido, legno morbido, legno trasparente – sperimentazioni che il Catas sta  portando avanti, come ha illustrato l’ingegnere Angelo Speranza. E poi design, moda, architettura. Applauso finale davanti all’immagine dei muffin nel cui impasto è stata usata la lignina. Ottimi, a quanto dice una ricerca finlandese, e anche salubri perché pare che questo ingrediente permetta di abbassare il colesterolo nel sangue quale sostituto di uova e formaggio!

Finale di gran cultura per la settimana con la conversazione tra gli architetti Paolo Coretti e Dario Del Zotto che hanno illustrato il tema Cambiano le tecnologie, cambia la forma con dovizia di immagini e considerazioni a partire da Stonhenge passando per le semplici sedute riprodotte nei quadri di Giotto, per arrivare alla rivoluzionaria tecnologia del legno curvato inventato da Michael Thonet, alle sedie in tubolare d’acciaio di Marcel Breuer, alle nuove opportunità date dall’avvento della plastica per finire alle ultime creazioni con la stampante 3D nel mondo dell’automotive, della moda e del design. Egli studenti? Tutti attenti fino all’ultimo, giusto per sfatare ancora una volta l’inconciliabilità tra tecnica e cultura.

Contenuto in: