Tu sei qui

Le rendicontazioni sulla sostenibilità: nuove opportunità per i giovani

StampaSalva .pdf

“Le rendicontazioni sulla sostenibilità: nuove opportunità per i giovani.”

Organizzato dal professor Giancarlo Biasco del dipartimento di chimica in collaborazione con la dottoressa Michela Gasparutti e il dottor Franco Almacolle di Allaround S.r.l., società specializzata nella rendicontazione sulla sostenibilità, l’incontro ha avuto lo scopo di coinvolgere in maniera diretta i giovani nostri allievi delle classi quinte ad indirizzo chimico sui temi della tutela ambientale, sociale ed economica e di governance.

La sostenibilità oggi risulta essere un criterio fondamentale per orientare tutti processi e le attività aziendali. Le variazioni, l’incremento della temperatura media dell’aria e del mare provocano disastri naturali sempre più frequenti e movimenti migrazioni di intere popolazioni che influenzano gli scenari socioeconomici mandandoli fuori controllo. Le guerre provocano incrementi ulteriori dei costi dell’energia. Lo sviluppo globale rende tutta una serie di materie prime sempre più rare e care.

Le Organizzazioni, quindi, devono operare in una doppia prospettiva: evitando di danneggiare il pianeta e rendersi sempre maggiormente resilienti nei confronti degli impatti che provengono dal contesto e che le influenzano per lo più negativamente.

Tutto quello che fanno per rendersi “sostenibili” le aziende lo “raccontano”, grazie al bilancio di sostenibilità, ai propri stakeholder: clienti, fornitori, dipendenti, finanziatori, comunità locali … che orientano, sulla base delle informazioni fornite, le loro relazioni. Per un’azienda questo significa, in caso di buona gestione, essere maggiormente e potenzialmente più gradita e compresa da parte dei clienti, possibilità di ottenere migliori condizioni dai finanziatori, rappresentarsi come stabili verso i fornitori, essere più attrattivi per le persone che stanno cercando un’occupazione.

La normativa sulla sostenibilità sta inoltre diventando obbligatoria in Europa perché le Istituzioni, rendendosi conto che diventare sostenibili rappresenta un passaggio ineludibile, spingono con decisione. Lo fanno anche emanando normative uniformi e complesse che guidino le imprese non solo a rendicontare, ma anche ad adottare strategie da declinare concretamente per procedere verso la sostenibilità.

Fedele alle proprie tradizioni e soprattutto alla sensibilità dimostrata dal Dirigente Prof. Ing. Oliviero Barbieri, il Malignani ha voluto dare spazio a istanze, quelle dei giovani, che faticano ad hanno voglia di emergere presentando la sostenibilità come un complesso di attività concrete e correlate.

Naturalmente agire concretamente presuppone la messa in campo di professionalità che l’Istituto, al passo con i tempi, vuole formare correlandosi con il territorio e le esigenze lavorative di quest’ultimo.

Durante la conferenza sono stati presentati e spiegati alcuni documenti come l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e gli Standard GRI, quelli utilizzati pressoché universalmente a livello mondiale per rendicontare la sostenibilità. Ricordiamo che l’Agenda 2030 dell’ONU ha come titolo completo Trasformare il nostro mondo: l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

E’ stato anche dato spazio per la discussione sul significato del termine “impatto” e sulla situazione attuale che vede i cambiamenti climatici influire su aspetti sociopolitici ed economici.

Soprattutto è stato affrontato l’argomento della correlazione tra obiettivi per lo sviluppo sostenibile con la problematica per la quale, al di fuori di una strategia ben concertata, il perseguimento di uno di essi può andare a decremento di un altro.

Sono stati inoltre mostrati concreti casi di studio sulla rendicontazione di sostenibilità di aziende del territorio per far toccare con mano agli studenti il funzionamento dell’attività di rendicontazione.

E’ stata offerta un’opportunità unica, dunque, ad una selezione di studenti dell’I.S.I.S. Arturo Malignani per entrare in contatto con professionisti della sostenibilità per aver fatto vivere un’interessante esperienza inerente ad una delle professionalità oggi maggiormente richieste dal mercato.

Prof. Giancarlo Biasco

Contenuto in: