Tu sei qui

Il giovane Malignani conquista il terzo posto alle finali regionali di pallavolo maschile

StampaSalva .pdf
Sedi: 

Venerdì 17 maggio nel nostro Istituto 4 agguerritissime squadre scolastiche, Volta Trieste, Matiussi-Pertini Pordenone, Buonarotti Monfalcone, Malignani Udine si sono contese il titolo di campione regionale maschile di volley.

È stato subito chiaro che nessuna di loro era disponibile ad arrendersi, lo testimonia l’arrivo in palestra di tutte le squadre prima dell’orario previsto. Siamo stati felici dei complimenti rivolti dalle scuole partecipanti e dal rappresentante dell’ufficio scolastico regionale allo “Staff Volley Malignani” - composto dagli studenti pallavolisti e dalle prof. Gianna Picotti e Maria Maddalena Savonitto - per l’impeccabile allestimento della sede di gioco. Ogni particolare, infatti, è stato curato nei minimi dettagli: il pubblico ha assistito alle gare comodamente seduto, gli atleti hanno potuto schiacciare e rincorrere ogni palla in un ambiente che ha garantito la massima sicurezza, perché ogni superfice contundente è stata adeguatamente rivestita e il piano di gioco era privo di rialzi pericolosi, dovuti solitamente al seggiolone arbitrale o ai pali di supporto della rete. L’organizzazione di un evento sportivo richiede sempre attenzione ai fattori di rischio e “lavoro”. “Staff Volley Malignani”, con la propria operosità ha fatto ben figurare il nostro Istituto.

Tutto è iniziato con il sorteggio per le semifinali: Udine contro Gorizia e Trieste contro Pordenone. Prima gara Malignani Udine contro Buonarotti Gorizia.

I “Maligni”, starting six Capone, Specogna, Galioto, Poiana, Medves, Bignulini - libero Contardo - partono contratti e subiscono l’aggressività e il gioco dei Monfalconesi che schierano in campo l’intera squadra Under 17 della Fincantieri, campione provinciale Fipav. Difficile spuntarla contro un avversario così affiatato e tecnicamente capace: uno a zero per Gorizia. I “Maligni” però reagiscono - soprattutto agli energici incitamenti di prof. Savonitto - e con un secondo set ben giocato si riportano in parità. Il terzo e ultimo set si chiude con il meritato accesso alla finale di Gorizia. I Maligni dovranno quindi combattere per il posto più basso del podio, ma sempre podio potrebbe essere. L’altra combattutissima semifinale, terminata 2 a 1, vede Pordenone battere Trieste.

Si laurea campione regionale di pallavolo il Matiussi-Pertini di Pordenone, bellissima squadra, guidata dalla prof. Tre - ex giocatrice di serie A- che in una gara punto a punto riesce a prevalere sui dinamici Monfalconesi.

 

I “Maligni” disputano la loro finale contro il Volta Trieste, che già ci ha superati nelle finali regionali di atletica leggera. Starting six Capone, Specogna, Galioto, Virdis, Medves, Bignulini, libero Contardo. Il Volta parte alla grande e con una serie di belle giocate riesce a vincere il primo set. I “Maligni” però sono giocatori orgogliosi, anche se silenziosi, non intendono uscire dalle finali a mani vuote; reagiscono: guidati dalla tranquillizzante prof. Picotti in un lunghissimo secondo set riportano la partita in parità. Il tie break è combattuto punto a punto, ma dopo il cambio campo i “Maligni” iniziano a volare e bomber Bignulini chiude l’incontro con una schiacciata da manuale. Bignulini, 24 punti al suo attivo, è il migliore in campo dei “Maligni” in entrambe le gare. A fine partita riceve i complimenti della vincente prof. Tre di Pordenone che lo elogia per la sagacia tecnico-tattica rara in un pallavolista così giovane, classe 2009, come quasi tutti i giocatori della nostra squadra.  Le altre Scuole hanno schierato molti atleti nati nel 2007. Il futuro potrà essere nostro? Oltre che sperare e ipotizzare dovremo intelligentemente allenarci per realizzare il nostro sogno.

È stato un anno scolastico sportivo entusiasmante, la conquista di un titolo provinciale e di un terzo posto regionale ci rendono più che felici di essere pallavolisti, di essere “Malignani”, di essere stati bene insieme per cercare di diventare squadra. L’avventura finisce qui per capitan Medves e Sebastianutto, per tutti gli altri “Maligni” continua e l’estate ci vedrà ancora nelle palestre del più dinamico degli ISIS: Arturo Malignani Udine.

 

 

Contenuto in: