Tu sei qui

Visita presso Laboratorio Centrale CSL (Centro Servizi Laboratori) – HUB

StampaSalva .pdf
Sedi: 

Il 3 e il 20 maggio la prof.ssa Catia Toso, la prof.ssa Sara Vuano, il prof. Stefano Desinan  e la prof.ssa Fabiola Osso hanno accompagnato alcuni studenti delle classi IV, e V  degli indirizzi di studio di "Chimica dei Materiali" e "Biotecnologie ambientali" in visita presso la Piattaforma Specializzata Centro Servizi e Laboratori (CSL) del P.O. Santa Maria della Misericordia di Udine. La collaborazione è già stata avviata durante il 2021 grazie allo svolgimento dello stage, degli studenti della V indirizzo Ambientale, presso il Dipartimento di Medicina di Laboratorio.

In entrambe le giornate di visita la Dott.ssa Dreossi, Responsabile della Piattaforma Centro servizi e Laboratori con sede nell'ospedale di Udine, ha introdotto la visita evidenziando che la piattaforma è una struttura all'avanguardia, dove risorse, competenze, capacità e professionalità lavorano nell'interesse dei cittadini.

Il laboratorio Analisi Centrale è prevalentemente automatizzato, raccoglie i campioni di routine di primo e secondo livello di tutto il bacino dell’ASUFC e dei campioni in regime di urgenza del P.O di Udine e distretti (13000 provette giornaliere). Gestendo anche le attività di urgenza/emergenza il CSL è provvisto di un sistema che garantisce la continuità di energia elettrica in caso di interruzione o altre calamità.

Il laboratorio di Tecniche Separative (Farmacologia e Tossicolologia) è il settore dove afferiscono campioni di varie matrici biologiche per la valutazione delle sostanze d’abuso, quali stupefacenti, farmaci e alcool. I campioni vengono preventivamente trattati secondo varie tecniche estrattive ed analizzati con delle strumentazioni di alto livello come cromatografia classica, liquida e gassosa e spettrometria di massa (HPLC, LC-MS). Per tale attività al laboratorio afferisco campioni provenienti da diversi organi di controllo: Polizia di Stato, Medicina Legale, Medicina del Lavoro, Distretti Sanitari come il SERT.

Nel laboratorio di Microbiologia, i ragazzi hanno potuto vedere delle strumentazioni che riescono e processare diversi campioni in modo autonomo per dare risposta sulle tipologie di microrganismi presenti nei vari tessuti o altre matrici. Nella prima data si è potuto vedere in funzione il MALDI- TOF, potente spettrometro di massa, utilizzato per identificare microrganismi patogeni in breve tempo.

In Anatomia Patologica (settori di Istologia e Citologia) abbiamo potuto osservare il campionamento dei tessuti e il loro successivo trattamento: fissazione e processazione, inclusione, sezione e colorazione dei vetrini. L’anatomo patologo dalla lettura dei vetrini esegue una diagnosi differenziale per indirizzare le differenti e possibili terapie. Successivamente i vetrini vengono conservati in appositi locali.

Ultimo laboratorio visitato è stato quello della Farmacia dove si allestiscono chemioterapici e farmaci orfani (non presenti in commercio) sia per pazienti ospedalizzati sia per paziente seguiti in regime di DH o ambulatoriali. Le preparazioni vengono allestite in ambienti dedicati a pressione atmosferica controllata e a basso contenuto particellare. Oltre ai farmaci citati vengono allestite le terapie di nutrizione parenterale totale sia per adulti sia per pazienti neonatali.

Un ringraziamento particolare al personale tecnico di laboratorio (Allegro Riccardo, Bottecchia Moira, Casani Stefania, Dreossi Cristina, Gortan Sandra, Nazzi Chiara, Veneruzzo Barbara, Zappamiglio Tanja) dell’HUB che ci ha permesso di conoscere e visitare questi laboratori di eccellenza che quotidianamente processano numerosi campioni collaborando con medici specialistici interni, medici di medicina generale e gli ospedali periferici (SPOKE).

Gli studenti e le studentesse hanno aderito numerosi e soddisfatti, ci mostrano come evolvono le nostre realtà regionali e come si lavora in sinergia con le altre strutture delocalizzate in regione.

Contenuto in: