Tu sei qui

Una, nessuna, centomila verità

StampaSalva .pdf

Il Festival Fake News giovedì 16 novembre ha fatto tappa nel nostro Istituto dove gli studenti e le studentesse delle classi terze del Liceo delle Scienze Applicate e alcune classi di altri istituti, dopo i saluti del Dirigente scolastico Oliviero Barbieri e del direttore del Festival, Gabriele Franco, hanno potuto dialogare con il giovane filosofo Eugenio Radin introdotto dal giornalista Davide Sciachitano.

Lo scopo? Migliorare il modo di comunicare ed evitare di cadere in fake news e altri tranelli mediatici.

Il titolo dell'intervento, infatti era: “Una, nessuna, centomila verità, come migliorare la nostra comunicazione evitando di cadere in fake news e altri tranelli mediatici”.

Quando è iniziata la civiltà? Quali sono gli anelli del potere? Come il dialogo può aiutare la civiltà? Cos'è l'essere, cos'è il bene?

Domande come queste, ha spiegato il filosofo, non sono domande filosofiche, ma domande umane.

Quando si inizia a dare risposte che non vogliono convincere, ma vogliono argomentare, allora si inizia a sconfiggere discorsi sofistici, come le fake news e le fallacie, per arrivare alla verità.

Eugenio Radin è poi passato a illustrare le fake news e le fallacie del mondo della scuola, fino alle fake news che fanno appello al peggior nemico dell'uomo: la paura.

Come difendersi da tutto ciò? Occorre fare fact-checking!

Insomma, un'ottima lezione di educazione civica che ha tenuto costantemente alta e viva l'attenzione degli studenti anche grazie al linguaggio giovane, alle immagini accattivanti ai sondaggi istantanei, alle domande dirette.

Contenuto in: