Tu sei qui

Il mondo delle curve: PCTO all’Università di Udine

StampaSalva .pdf
Sedi: 

Il 14 marzo, Giornata Internazionale dedicata al pi greco, la costante più famosa della matematica, circa quaranta allievi delle classi 3^LSA B, 3^LSA C, 3^LSA D, 3^LSM A e 4^LSM A del Liceo delle Scienze Applicate sono stati coinvolti in un importante progetto PCTO che ha visto la collaborazione dell’ISIS Malignani con il Dipartimento di Matematica, Informatica e Fisica dell’Università di Udine e l’associazione Mathesis Udine.

Gli studenti del Liceo, guidati dai proff. S. Damantino, P. Giangrandi, A. Mereu, C. Milan e M. Toso,  insieme agli allievi di altri due Istituti superiori cittadini,  hanno animato il “Festival della matematica”, evento divulgativo promosso dal gruppo di ricerca del Piano Lauree Scientifiche in matematica dell’Università di Udine al fine di stimolare l’interesse dei giovani verso la matematica e in generale le discipline di area scientifica, in un contesto in cui i ragazzi di età e competenze diverse potessero esprimere liberamente creatività e progettualità con un approccio peer to peer.

I nostri studenti si sono così trasformati in tutor per gli allievi delle scuole medie della Provincia in visita all’Università, proponendo un percorso dedicato alle curve geometriche, dalle più semplici -  la retta e la circonferenza - alle più complesse e sorprendenti. Per una mattinata le aule della Biblioteca nuova del Polo dei Rizzi si sono trasformate in un museo interattivo in cui gli studenti più giovani hanno potuto scoprire le più importanti proprietà delle curve matematiche, in particolare quelle che ne regolano le applicazioni alla scienza, alla tecnica, all’arte e talvolta alla pratica della vita di tutti i giorni.

Il percorso espositivo, frutto di una progettazione maturata in seno al Liceo delle Scienze Applicate che ha visto il coinvolgimento di oltre cento studenti/studentesse del triennio, ha sollecitato l’interesse dei visitatori più giovani - e non solo - attraverso oggetti concreti che si possono vedere e “toccare”, animazioni digitali, escape room, caccia al tesoro virtuale, quiz interattivi e  micro laboratori didattici  progettati e realizzati dagli studenti del Malignani  secondo un approccio rigoroso ma allo stesso tempo accattivante e creativo al mondo della matematica e della scienza.

Creare un’iperbole proiettando la luce di un abat-jour sul muro, “visualizzare” le proprietà focali di una parabola con il biliardo parabolico, modellare la parabola con uno zampillo d’acqua, costruire l’infinito con una striscia di carta o una spirale con la puntina di un giradischi sono solo un piccolo esempio del potenziale degli exhibit come strumento pedagogico. L’obiettivo è quello di favorire un apprendimento attivo rendendo gli studenti co-creatori delle proprie mostre, calandoli in un contesto in cui possano sviluppare al tempo stesso le loro abilità tecniche, digitali, il pensiero critico, le capacità di organizzare un lavoro complesso come quello di un'esposizione e di divulgare le proprie idee.

In un'ottica di dialogo fra mondo della scuola e Università, il “Festival della matematica” ha rappresentato una prima proposta di collaborazione da sviluppare e consolidare negli anni futuri volta a promuovere, nella verticalità degli ordini scolastici e di istruzione, un’esperienza di confronto sul processo di acquisizione delle competenze in ambito logico-matematico.

«Dopo lo stop imposto dalla pandemia, siamo molto felici di ripartire con questa iniziativa – ha spiegato il responsabile scientifico del progetto per l’Ateneo friulano, Stefano Urbinati, del Dipartimento di Scienze matematiche, informatiche e fisiche – che rafforza la collaborazione tra il corso di laurea in matematica dell'Università di Udine, la Mathesis e le scuole della regione. Il giorno del pi-greco è una delle occasioni per far riscoprire e discutere la matematica anche al di fuori dell'ambiente scolastico e accademico».

La giornata del 14 marzo è proseguita nel pomeriggio con la  “Sfida all’ultima cifra”, gara mnemonica con la recita delle cifre del pi- greco riservata agli studenti delle scuole medie e a quelli del primo biennio delle scuole superiori - complimenti a Gabriel Milocco della classe 1LSA B con ben100 cifre recitate a memoria! – e con la conferenza “Tre numeri difficili e una semplice formula” tenuta dalla prof.ssa Giovanna D’Agostino che ha parlato di tre numeri molto importanti – il “pi greco”, la costante di Eulero “e” l’unità immaginaria “i” – della loro storia e di come si incontrano in una delle formule più belle della matematica". 

https://www.rainews.it/tgr/fvg/articoli/2024/03/la-matematica-con-la-fac...

Contenuto in: