Tu sei qui

COMEC & ARBOR: quando tecnologia e lavoro manuale si incontrano

StampaSalva .pdf

Comec e Arbor sono due tra le più importanti aziende del triangolo della sedia, due aziende che gli alunni delle classi seconde ISIS “A. Malignani” (sede San Giovanni) il giorno 13 marzo hanno avuto la possibilità di visitare e di cui ne sono rimasti colpiti.

Queste sono aziende che non producono semplicemente sedie (Arbor) o semplici macchinari (Comec) ma che producono la tua sedia, il tuo macchinario, il tuo progetto qualunque esso sia.

È questo quello che ha colpito i ragazzi, da quando un’azienda produce quello che vuole il cliente? Com’è possibile? Da adesso è possibile con Comec e Arbor.

Due aziende che oltretutto accolgono ragazzi in stage, formandoli per il mondo del lavoro e per il loro futuro che, chi lo sa, potrebbe essere proprio alla Comec o alla Arbor.

Delle due aziende la Comec è stata la prima che i ragazzi hanno visitato. All’entrata sono stati subito accolti dall’ing. Liberale e dal Sig. Lucio Bergamasco, fondatore della Comec. Durante la visita gli alunni hanno appreso in che modo l’azienda lavora, infatti la Comec, oltre a produrre i macchinari che poi vengono consegnati al cliente o esportati in tutto il mondo, produce anche i componenti con cui successivamente assembla la macchina richiesta; oppure progetta direttamente la macchina negli uffici, uffici che i ragazzi hanno potuto visitare e dove hanno incontrato alcuni progettisti impegnati nel disegno su CAD di un progetto.

Il tutto è stato molto interessante ed esauriente, poiché dovunque i ragazzi andassero c’era qualcuno pronto a spiegare come funzionasse ogni cosa e da questo i ragazzi hanno capito due cose:

Tutti e soprattutto il Sig. Lucio Bergamasco tenevano alla loro presenza in quanto un giorno i ragazzi stessi potrebbero entrar a far parte dell’azienda.

La Comec non è una semplice azienda formata da macchine, edifici o un logo ma la parte più importante di essa sono le persone che la formano, persone che ogni giorno fanno il loro lavoro con passione e che non smetteranno mai di farlo in quel modo.

Il tutto rende la Comec “una città auto sostenibile”, che assembla macchinari ma che anche produce quello che assembla e lo fa con passione, lo fa per il cliente ed è questo che fa la differenza!!

La seconda azienda visitata dalle due classi è stata la Arbor che è altrettanto famosa, non per la produzione di macchinari bensì per la produzione e l’esportazione di sedie in tutto il mondo. Appena entrati i ragazzi hanno incontrato il Sig. Alessandro Granzotto che ha spiegato ai ragazzi come e dove lavorano. Infatti i ragazzi hanno notato che seppur l’Arbor, in quantità di spazio, è più piccola rispetto alla Comec è altrettanto produttiva. Durante la visita guidata i ragazzi hanno visto tutte le fasi di lavorazione di una sedia, e sono rimasti molto colpiti da come, nella fase iniziale, la tavola di legno grezzo veniva lavorata, tagliata, perforata dalle macchine presenti alla Arbor. Ma non tutto era fatto dalle macchine, infatti come hanno constatato i ragazzi le restanti lavorazioni erano fatte manualmente: chi carteggia le superfici, chi perfezionava il pezzo smussando gli angoli, chi essiccava il legno, chi lo verniciava; il tutto veniva fatto con precisione e con cura, il che rende le sedie dell’Arbor perfette.

La parte più importante è avvenuta nel magazzino dove il Sig. Granzotto ha spiegato che l’Arbor non produce sedie solo per marchi importanti, ma le produce anche su richiesta del cliente, ed è in questo che Arbor e Comec sono simili. Infatti il cliente può scegliere il modello di sedia che più preferisce, e se vuole, anche apportare delle modifiche, come il colore del tessuto, della sedia, le lavorazioni….

Non tutto il lavoro però si svolge direttamente sul legno, prima bisogna progettare la sedia, ed è questo quello che i tecnici fanno negli uffici che i ragazzi hanno visitato per ultimi. Lì hanno potuto incontrare due designer che hanno mostrato loro come lavoravano a computer e come disegnavano le sedie su CAD.

Il tutto rende l’Arbor una macchina perfettamente sincronizzata dove ognuno fa il suo lavoro con precisione e passione, rendendo le sue sedie semplicemente magnifiche.

La visita alla Comec e Arbor si è conclusa per le classi seconde ISIS A. Malignani con alcune foto scattate insieme al Sig. Lucio Bergamaschi e al Sig. Granzotto. Ma si è anche conclusa con la felicità dei ragazzi entusiasti di aver potuto visitare due aziende come la Comec e la Arbor con la speranza di poterne visitare altre simili.

Gli studenti delle classi 2^MME F e G.

Contenuto in: