Tu sei qui

UE Back to... Malignani! L'Europa torna al Malignani

StampaSalva .pdf
Sedi: 

Sabato 18 ottobre  il Malignani ha ospitato Sonia Peressini, udinese di origine, oggi funzionaria della Comunità Europea che  tra i suoi vari compiti si occupa anche di istruzione, cultura e politica di multilinguismo. Sonia Peressini é tornata in questi giorni a Udine, perché selezionata insieme ad altri suo colleghi per svolgere in un certo senso la funzione di Ambasciatore dell’Unione Europea  presso le giovani generazioni, nell’ambito dell’iniziativa Back to school.

“Back to school” è il titolo del progetto che la UE, a partire dal 2007  promuove ogni anno per la durata di 2 settimane circa in tutti i paesi della Comunità, con l’obiettivo di spiegare ai giovani che cos’è l’ Unione Europea, quali sono le sue istituzioni, i diritti e le opportunità messe a disposizione del mercato unico, gli strumenti per promuovere scambi interculturali  tra i cittadini dei diversi stati membri.

A beneficiare di Back to School, letteralmente “Ritorno a scuola" quest’anno a Udine sono stati oltre agli studenti del Malignani, quelli  del Copernico, del Percoto e del Deganutti, ma funzionari della Comunità Europea sono stati ospiti anche in altre scuole superiori della regione. Il progetto offre agli studenti la possibilità unica di porre domande sulla UE e imparare qualcosa dalle esperienze di persone che stanno contribuendo a rendere l'integrazione europea una realtà. La dott.ssa Peressini è riuscita a tenere alta l’attenzione della platea composta da oltre 400 studenti delle classi quinte e seconde del Malignani, facendo una vera e propria lezione di orientamento sulle opportunità di crescita professionale e formativa offerte dalla UE. 

Un full immersion utile non solo ad avere informazioni generali sulla UE e sulle politiche sociali messe in atto di recente,  ma anche per avere maggiori dettagli sui programmi educativi a cui è possibile partecipare come Erasmus ed Erasmus plus, utili a favorire la mobilità tra i giovani e di riflesso a permettere loro di crearsi un bagaglio di esperienza di vita fondamentale per il futuro professionale. La Peressini ha ricordato  la ricchezza di fonti di informazione presente nel sito ufficiale www.europa.eu ma ha anche ricordato la presenza in regione di due centri di informazione Europe Direct, a Pordenone e Trieste, messi a disposizione dei cittadini per fornire gratuitamente supporto e assistenza o anche un semplice orientamento tra le molteplici opportunità offerte e cofinanziate dalla UE.

Contenuto in: