Tu sei qui

SIMONE PERRICCI, da studente di AERONAUTICA a pilota istruttore medaglia al valor militare

Chissà se nel 2004, quand'era studente del corso di Aeronautica, si sarebbe immaginato un giorno di essere l'ospite d'onore e raccontare la propria storia a oltre cento studenti del 2021, collegati con lui dall'istituto.

E' certo che Simone Perricci, da Lignano, ha saputo conquistare tanti ragazzi e ragazze che per 90 minuti sono rimasti appesi alle sue parole....a quella grinta "pacata" e determinata tipica degli ufficiali dell'Aeronautica Militare. La sua storia è quella di un ragazzo con il naso all'insù che è riuscito ad entrare in Accademia Aeronautica e si è fatto onore nel corso CENTAURO V divenendo pilota istruttore presso la scuola internazionale militare di Galatina (Lecce).

Un racconto speciale condito di normalità ... e di atti di eroismo come quando nel 2020 durante un volo di collaudo dopo un intervento manutentivo ad una distanza di 30 Km dalla costa alla quota di circa 8000 metri ...più vicino a Corfù che alla Puglia...in cabina si sento un grosso botto: "come se mi avessero tamponato" racconta, in un attimo perdo potenza al motore, perdo l'alimentazione elettrica e il condizionamento e la pressurizzazione ...per effetto di quest'ultima la cabina si riempie di nebbiolina che impedisce di vedere fuori e finanche gli strumenti di bordo. Da quando, ragazzo, seguiva le lezioni di Aerotecnica del prof. Lardinelli, lui sa bene che ogni aereo senza spinta può planare ...tutto dipende da quanta quota hai e quale distanza devi coprire e poi...c'è modo e modo di arrivare a terra!

Comunque sia, il Maggiore Perricci non ha sbagliato un colpo e senza visibilità e senza spinta è riuscito a portare in aeroporto sani e salvi i due uomini a bordo senza alcun danno per il velivolo....un'azione che ha dell'incredibile se non fosse che è invece frutto della grande competenza, serietà, determinazione ed abnegazione dei "nostri" piloti. Ben ha fatto il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, a consegnargli la medaglia di bronzo al valor militare. Un orgoglio per la Nazione, l'Aeronautica Militare, i suoi cari....ed anche il Malignani che lo vide allievo.

Simone Perricci ha saputo infondere negli studenti di oggi il coraggio che serve per le grandi imprese, e tra tutte : la prima, l'impresa di vivere appieno la propria vita perseguendo i propri sogni, anche ai tempi del Covid. Grazie Simone... "Centauro, alla tua corsa la nube è fango e il vano vento è suolo".

 

 

Contenuto in: