Tu sei qui

La classe 3^CMA A si aggiudica il brevetto per “Underground Lights”

StampaSalva .pdf
Sedi: 

La classe 3^CMA A nella Competizione Regionale "Impresa in Azione" 2018 si aggiudica il brevetto per “Underground Lights”: tinta per capelli esente da sostanze chimiche nocive, l’ingrediente principale è la curcuma, l’effetto fluorescente è ben visibile in presenza di luci adatte, una tinta che dura un paio di giorni e sparisce facilmente senza rovinare il capello.

Ecco i nomi degli allievi della classe 3^CMA A:

Berdouzi Nassim, Bortolussi Luna, Cuttini Alessia, D'Odorico Nicole, Del Bianco Alessandro, Del Ponte Nicolò, Di Bert Rebecca, Ermacora Maria, Fogale Anna, Ghirardi Monica, Marcato Giorgia, Masotti Jacopo, Metus Lorenzo, Katarina Milojević, Minisini Samuele, Pesamosca Martina, Tonizzo Nicole, Tudini Andrea.

Katarina Milojević, Amministratore Delegato della giovane Impresa CIAM JA, intervistata, dice:

"L'esperienza del 24 maggio in Piazza Venerio a Udine è stata l'apice di tutto: tutte le emozioni si sono condensate in quel giorno, abbiamo ripercorso tutta la strada che abbiamo fatto fino a quel giorno: discussioni, punti di incontro, condivisione, gioie, ... La Giuria, prima della proclamazione del vincitore, ha consegnato alcuni premi speciali; tra i premi speciali, la nostra classe si è aggiudicata il brevetto.

Stiamo valutando se sia più consono brevettare la composizione del prodotto o il metodo di produzione della tinta".

Prende la parola Jacopo Masotti, Manager Ricerca e Sviluppo: "L'idea iniziale l'ha avuta una nostra compagna, Luna; aveva proposto di risolvere un problema delle tinte tradizionali, che sfibrano il capello rendendolo secco e danneggiando lo strato cheratinoso che lo ricopre. Volevamo creare una tinta naturale a matrice floreale che non danneggia il capello. A casa mia, nel mio piccolo laboratorio, ho fatto vari esperimenti e ho scoperto le proprietà fluorescenti della curcuma, una spezia comune nell'uso gastronomico, si usa anche per fare il pane. Ho testato tutto a casa mia più volte. Un giorno ho mostrato questo effetto ai miei compagni in laboratorio a scuola e a quel punto tutti si sono convinti di portare avanti questa idea. Abbiamo scelto per la nostra tinta un solo colore con proprietà atipiche. Il colore sotto luci normali appare biondo, ma se esposto a luci ultraviolette appare verde fluorescente. Questa tinta è adatta per ogni tipo di capello: riccio, liscio, dal biondo allo scuro, anche nero, purché allo stato naturale, deve trattarsi di un capello naturale, non già tinto. Questa tinta è temporanea, dopo l'applicazione basta un solo lavaggio per far svanire completamente l'effetto. Il prodotto è quindi adatto per un target adolescente, per i nostri coetanei, che desiderano sentirsi diversi in un momento e ambito particolare (per esempio per una serata in discoteca) e il giorno dopo con un semplice lavaggio è possibile tornare alla normalità, senza ritrovarsi i capelli danneggiati".

Katarina Milojević si sofferma sul significato delle parole "Underground" e "Lights": luci visibili nell'oscurità.

Si sofferma anche sul motto "Diamo luce all'innovazione" e sull'acronimo "CIAM" messi in risalto sulla brochure con una lampadina. "CIAM", spiega Katarina, significa "Chemical Innovation Arturo Malignani".

Rebecca Di Bert, Team Bilancio, conclude e ringrazia:

"Non possiamo lamentarci, nella Competizione Regionale ci siamo aggiudicati il brevetto, il percorso non è stato facile, abbiamo incontrato diverse difficoltà soprattutto all'inizio: opinioni discordanti tra noi compagni di classe, ... , il progetto iniziale prevedeva una tinta in pastiglie, poi alla fine abbiamo optato per una tinta in gel. Ringraziamo l'Azienda BIOFARMA di Mereto di Tomba, l'Ecomuseo Lis Aganis di Maniago, Progetto 2, e tutti i Professori che ci hanno concesso le ore per la realizzazione del nostro prodotto in questo anno scolastico".