Tu sei qui

ITALIA CHIAMA, BELGIO RISPONDE

StampaSalva .pdf

9 maggio: festa dell’Europa. La data ricorda la storica dichiarazione del ministro francese Robert Schuman nel 1950 a favore di una nuova cooperazione politica per l’Europa: si alla pace e alla unità dei popoli. Questa data è stata scelta dalla classe 3C LSA per accogliere una delegazione di studenti dell’Istituto Tecnico di Waregem nell’ambito del progetto di scambio “The Importance of Being Different”.

L’incontro con i coetanei belgi è stata una preziosa occasione per visitare il centro storico di Udine che, seppur sotto la pioggia, ha messo in mostra il meglio del suo passato sotto la Serenissima: Piazza Libertà con la bella torre dell’orologio e le imponenti statue di Ercole e Caco, la preziosa Loggia del Lionello in marmo bianco e rosa, il pregevole Arco Bollani opera del famoso architetto Palladio sormontato dal leone veneziano.

Nell’ambito di questo scambio culturale è stato esibito ciò che caratterizza lo specifico della nostra scuola ovvero i laboratori di scienze e chimica, l’hangar con gli aerei che raccontano la storia dell’aeronautica, il costantemente aggiornato museo di informatica con i suoi rari computers, il museo di radio ed elettricità con le lampadine originali di Arturo Malignani. Per concludere la giornata, foto di gruppo sotto la bandiera della Pace che orgogliosamente accoglie i visitatori nell’atrio della nostra prestigiosa scuola.

Inutile ribadire l’importanza di questi scambi che, oltre a favorire l’uso della lingua comune (l’inglese), agevolano la socializzazione tra i giovani. Noi teenagers, pur nella nostra diversità, apparteniamo tutti alla grande famiglia europea. E’ stato interessante conoscere il differente percorso scolastico dei nostri ospiti e divertente parlare di interessi e passioni comuni. Insomma, è stata una giornata scolastica diversa, ma anche un piccolo passo sulla strada di una maggiore unità dei giovani d’Europa.

Letizia Barbieri, 3C LSA

Contenuto in: