Tu sei qui

Imitare la natura per vincere

StampaSalva .pdf
Sedi: 

Come raccontare al grande pubblico che anche un “piccolo rifiuto”, come un mozzicone di sigaretta, se gettato a terra prima o poi crea un danno per tutti? Ci hanno pensato i ragazzi della attuale 3 LSAC dell’I.S.I.S A. Malignani di Udine nel laboratorio audiovisivo “Se inquini l’ambiente fai male a te stesso” promosso dalla mediateca cittadina Mario Quargnolo.

Il 25 ottobre al Visionario, in occasione della settimana dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile,  di fronte a un pubblico di 600 studenti la classe è stata protagonista del lancio dello spot ambientale. Ecco il link: (http://www.mediatecambiente.it/se-inquini-lambiente/).

Ispiriamoci alla Natura è il tema di quest’anno. Affascinante osservare la zanzara, il picchio, la zebra, l’albero, l’acqua per scoprire che in natura esistono già soluzioni efficaci ai problemi dell’uomo. La visione del documentario “There will be water” è stata illuminante: l’ingegnere britannico Bill Watts, ispirandosi a un piccolo insetto del deserto, ha trasformato l’acqua salata in fonte di energia, cibo, acqua dolce, sfruttando le vaste aree desertiche del nostro pianeta. “The Sahara Forest Project” è finanziato dal governo norvegese, da aziende private e da organizzazioni internazionali.

La sopravvivenza dell’uomo sul pianeta Terra passa attraverso l’economia circolare: bisogna rimettere in circolo i rifiuti, rigenerare le risorse, essere più sobri nello stile di vita e nei consumi, prestando attenzione a non inquinare l’ambiente. Grazie alla classe 3C LSA che ci ha permesso questa riflessione e agli organizzatori dell’evento per le scuole: Dott.re Paolo Fedrigo (ARPA FVG), i suoi amici Nicola e Gabriele, la referente Giulia Cane del CEC Visionario.

Le classi 1C LSA e 2C LSA

Contenuto in: