Tu sei qui

I ragazzi del Malignani di Udine ricevuti al Senato

StampaSalva .pdf

Il 4 ottobre 2019 una delegazione di studenti del Malignani di Udine, accompagnata dal Dirigente Scolastico Andrea Carletti e dal Prof. Mauro Bullo, referente della rete di scuole Fri.Sa.Li. è stata ricevuta al Senato della Repubblica, a Roma. L’occasione era il decimo anniversario del progetto "Cittadinanza e Costituzione".

I ragazzi della rete di scuole di Friuli, Sardegna, Liguria e Piemonte e della Scuola Italiana di Atene hanno messo in scena i loro lavori davanti alla commissione per la Biblioteca e Archivio Storico del Senato presieduta dal senatore Giovanni Marilotti, all’on. Lucia Azzolina, Sottosegretario del MIUR, alla sen. Francesca Alderisi, circoscrizione estera America settentrionale e centrale, all’on. Alfonso Marras, Presidente Commissione Cultura, Consiglio regionale della Sardegna e al prof. Raffaele Franzese, Presidente della Rete Fri.Sa.Li.

 "Cittadinanza e Costituzione" è un progetto nato nel 2009 ispirato allo studio e al confronto tra gli studenti delle diverse scuole sulle tematiche della Carta Costituzionale Italiana attraverso un lavoro di documentazione, di ricerca su alcuni concetti chiave: la dignità della persona umana, l’identità e l’appartenenza, la diversità e la relazione, la partecipazione e l’azione. Coinvolti da tali temi,  studenti e studentesse hanno l’opportunità di crescere sul piano umano e culturale, e la scuola persegue l’obiettivo di formare cittadini e cittadine solidali e responsabili, aperti ad altre culture e pronti ad esprimere sentimenti, emozioni e attese nel rispetto di se stessi e degli altri, capaci di gestire conflittualità e incertezza ed operare scelte e assumere decisioni autonome agendo responsabilmente.

 Oggetto di studio per l’anno 2018-2019 era l’articolo 10 della Costituzione: “L’ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute. La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali. Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge. Non è ammessa l'estradizione dello straniero per reati politici.”

 “Buongiorno a tutti mi chiamo Amanda Collovati. Siamo qui oggi a presentare il progetto che abbiamo fatto noi dell’istituto Malignani di Udine. Come le altre scuole del Friuli abbiamo analizzato la situazione degli stranieri presenti nelle scuole. Come prima cosa abbiamo studiato le leggi che ne definiscono i diritti, successivamente abbiamo intervistato alcuni ragazzi stranieri presenti nella nostra scuola. Nel primo video viene rappresentata la situazione ideale con le fasi di accoglienza, integrazione e i rapporti con la famiglia. Nel secondo video invece vedrete le interviste e il parere dei nostri compagni. Si evince quindi una differenza tra ciò che leggi e norme propongono e ciò che concretamente si riesce a fare. Grazie per l’attenzione.” 

Con questa introduzione una delle giovani studentesse del Malignani, insieme alle colleghe Sara Olivo e Lara Picco, ha esposto la propria tesi, sostenuta da una presentazione ricca di articoli e videoclip.​

 

Contenuto in: