Tu sei qui

Gruppo FS Italiane si presenta agli studenti del Malignani

StampaSalva .pdf
Sedi: 

Quella di martedì 14 maggio nell’aula magna del Malignani è stata una giornata di confronto con i responsabili di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), per parlare della ferrovia di oggi, delle sfide di domani e della ricerca di nuovi talenti per l’innovazione.

 

Allievi ed allieve del quinto anno di quasi tutti i corsi di studio nella prima sessione, e i loro colleghi e colleghe del quarto anno di AER, EEA, MEC e TEL nella seconda sessione hanno avuto l’opportunità di conoscere la realtà della società del gestore dell’infrastruttura ferroviaria e le opportunità formative, lavorative e di carriera che offre a diplomati e laureati nelle discipline scientifiche. Mediante video e racconti di testimonial, gli studenti hanno potuto scoprire l’affascinante e sfaccettato mondo della ferrovia, con tutte le specializzazioni tecniche che concorrono a far circolare i treni e le trasformazioni tecnologiche attuate negli ultimi anni e previste per il prossimo futuro.

 

Un focus particolare è stato riservato nella seconda sessione ai mestieri tecnici al femminile. Il Gruppo FS Italiane porta avanti infatti un  progetto denominato Women in Motion, per motivare le ragazze a uscire dagli “stereotipi di genere” e agevolare il loro accesso ad aree tecniche e  settori lavorativi fino a oggi occupati prevalentemente da uomini. Ancora oggi solo il 75% delle ragazze che escono dalle scuole medie inferiori o superiori preferisce percorsi umanistici non valutando le opportunità di carriera di un percorso S.T.E.M. (Science, Technology, Engineering and Mathematics) - un fenomeno di impatto anche sociale, a correzione del quale il Malignani è da tempo impegnato e che ha visto il nostro istituto attivare recentemente azioni di sensibilizzazione delle famiglie, del mondo dell’educazione e del territorio in generale.

Sulla scia dell’evento S.T.E.M. GIRLS WANTED realizzato lo scorso gennaio, i docenti Cecilia Rizzotti e Roberto Verona, rispettivamente funzione strumentale per i rapporti con l’industria e funzione strumentale per l’orientamento in uscita, hanno trovato con la Dott.ssa Monica Cavalcante della Direzione Risorse Umane RFI del Triveneto una perfetta sintonia di intenti, che ha trovato una sua prima realizzazione nella presentazione di ieri, cui hanno partecipato anche l’Ing. Rosina Oliveto, Responsabile Direzione Territoriale Produzione Trieste di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, ed Erica Passaro, diplomatasi al Malignani come perito elettronico ed esempio di brillante carriera nelle Ferrovie.

 

La rappresentanza non è stata comunque interamente femminile: è intervenuto infatti anche l’Ing. Marco Sena, Responsabile della Pianificazione. Con varie voci dunque si è parlato di innovazione tecnologica, di professioni del presente e del futuro, di competenze necessarie per l’occupabilità e di ambienti di lavoro positivi e dinamici, come solo quelli composti insieme da uomini e da donne sanno essere.

Contenuto in: