Tu sei qui

Giornata Mondiale dell'acqua 2017

StampaSalva .pdf
Sedi: 

Il giorno 24 marzo 2017 le classi 4^CBA sezioni  A e B si sono recate, accompagnate dalle docenti Prof.sse Nadia Martinis e Annamaria Boasso, al Comprensorio LTA (Livenza Tagliamento Acque) a Torrate di Chions (San Vito al Tagliamento) per partecipare alla Giornata Mondiale dell’Acqua.

La visita al Comprensorio del “Parco delle Fonti di Torrate di Chions” è stata organizzata dall’Istituto in collaborazione con l’OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale) di Trieste, in occasione della “GIORNTA MONDIALE DELL’ACQUA”, alla quale hanno partecipato anche l’ARPA FVG-Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale, Livenza Tagliamento Acque, Cooperativa “Rogos”, 22 March World Water Day, Comune di Doberdò del Lago.

La visita rientra nel progetto “Leggo il Paesaggio” coordinato dal Prof. Lucio Toniutti che è il docente referente della collaborazione con l’OGS.

Durante questa giornata sono stati trattati ampi temi riguardati l’importanza di questa risorsa. Il primo tema, introdotto dal Dott. Della Toffola (LaREA) poneva a noi studenti una semplice domanda: “ E se l’acqua finisse oggi?”. Quest'ultima ha ottenuto una parziale risposta tramite un cortometraggio realizzato da alcuni ragazzi di un liceo della regione in collaborazione con l’ARPA – FVG e LaREA. Il secondo tema, “L’inquinamento delle acque “, è stato diviso in “ Mare Adriatico Rifiuti a Nord Est “ e “ Un Mare di Plastica”. Il primo è un documentario sui rifiuti in mare da Muggia a Chioggia realizzato dal videomaker Dott. Eugenio Fogli. I ragazzi colpiti dall’impatto dell’inquinamento sull’ambiente marino hanno rivolto al Dott. Fogli molte domande quali “Come si può arginare il fenomeno?” e "Come si possono eliminare le sostanze xenobiotiche dalle acque già inquinate?”. La risposta ha messo gli studenti a conoscenza del fatto che un ragazzo ha progettato un sistema di raccolta dei rifiuti grazie al quale le acque sono convogliate, sfruttando le correnti marine, all’interno di un imbuto dove i rifiuti sono compattati e in seguito riciclati.  La seconda parte del tema, ”Un Mare di Plastica” è stato esposto dalla Dott.ssa Paola Del Negro dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale. Il tema è stato esposto tramite un power point mostrando immagini e dati statistici relativi all’inquinamento dovuto a plastiche e all’impatto che esse hanno e avranno sull'ambiente e sulla salute, se non si cambia stile di vita. L’ultimo argomento trattato dal Dott. Flavio Accaino dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, riguardava le metodologie geofisiche per lo studio di falde e risorse idriche  utilizzando tecniche geofisiche integrate quali Telerilevamento, Tomografia Elettrica-ERT o Ground Penetreting Radar-GPR . Queste tecniche hanno permesso lo studio delle falde e delle risorse idriche senza provocare danni alla flora.

L’ultima parte della giornata si è svolta nel parco affondando temi riguardanti il controllo della distribuzione dell’acqua, il percorso dell’acqua dalla falda alla rete e l’osservazione delle metologie geofisiche spiegate in precedenza dal Dott. Accaino.

BELLIATO MARTINA, FRESCHI STELLA

4^CBA A

Contenuto in: