Tu sei qui

Dialogo sul fondamentalismo islamico: gli studenti incontrano Farhad Bitani

StampaSalva .pdf
Sedi: 

Il giorno 23 maggio, alcune classi quarte e quinte dell'istituto hanno partecipato ad un incontro in aula magna con Farhad Bitani, autore del libro “L'ultimo lenzuolo bianco”.

Lo scrittore ha raccontato la sua storia, intrecciando fatti storici dell'Afghanistan a esperienze personali, per denunciare e far comprendere l'essenza del fondamentalismo islamico, di cui egli stesso faceva parte, sottolineando con coraggio le responsabilità della politica estera occidentale. Ha raccontato poi del suo radicale allontanamento dalla mentalità fondamentalista, grazie a piccoli gesti di umanità che lo hanno riguardato personalmente quando si è trasferito in Italia, e che gli hanno fatto comprendere l'assurdità dell'odio e della vita da lui vissuta fino a quel momento. Ha spiegato di voler portare a quante più persone possibile la testimonianza del suo cambiamento perché altri come lui possano trovare il bene nell'incontro con il diverso e soprattutto si è prefissato di aiutare a realizzare quel cambiamento essenziale che l'Afghanistan necessita, partendo dall’interno, dal popolo stesso.

I ragazzi, oltre 200, si sono dimostrati estremamente partecipi, presentando una lunga serie di interessanti domande; hanno chiesto a Farhad come convive con la paura di essere ucciso in ogni momento dai fondamentalisti, qual è oggi sul suo rapporto con la famiglia e quello con la religione islamica, ma anche quali sono le ragioni degli attentati in nome del fondamentalismo e perché non ce ne sono stati in Italia, quale speranza ha il popolo afghano, come vengono utilizzati i fondi destinati agli aiuti umanitari. 

Contenuto in: