Tu sei qui

Bobine di Tesla al Malignani

StampaSalva .pdf
Sedi: 

Gianluca Cuttini e Aleksandar Simic, della classe 5 ELT A, si sono cimentati nella progettazione e costruzione di due bobine di Tesla.

Questo progetto è frutto di un lavoro durato tutto l’anno scolastico; lo scopo ultimo è stato quello di presentare la loro creazione all’esame di maturità, ma durante il percorso hanno avuto l’opportunità di partecipare al concorso regionale “Presenta il tuo argomento 2.0” dove hanno mostrato a centinaia di persone questa affascinante invenzione.

L’effetto più spettacolare della bobina di Tesla è senz’altro rappresentato dalle scariche aeree a centinaia di kilovolt; in realtà Nikola Tesla, scienziato serbo degli inizi del novecento, non aveva ideato le bobine per questo.

Egli aveva una visione futuristica dei sistemi elettrici: può essere in qualche modo definito come precursore della globalizzazione, la sua idea era quella di utilizzare dei trasformatori risonanti, le bobine di Tesla appunto, per poter trasmettere l’energia elettrica in qualsiasi punto del globo in wireless, senza l’utilizzo di lunghe linee in alta tensione e gratuitamente.

Aver avuto la possibilità di realizzare le bobine di Tesla, ha permesso ai ragazzi di comprendere in modo approfondito le geniali intuizioni dello scienziato serbo, dando agli allievi numerosi spunti per immaginare un mondo sempre più wireless.

Nelle foto scattate nel museo dell’Elettricità e in laboratorio di  Elettrotecnica ed Elettronica,  si possono vedere le bobine realizzate e l’accensione di un tubo fluorescente senza fili.

Un ringraziamento va ai proff. Stefano Comuzzi, Christian Tam, Federico Valeri – docenti nelle classi di Elettrotecnica ed Automazione - e agli assistenti tecnici Massimiliano Masia e Paolo De Maio per aver aiutato e supportato i ragazzi in questo lavoro.

Contenuto in: