Tu sei qui

All'I.S.I.S "MALIGNANI" SI URLA "BASTA MURI"!

StampaSalva .pdf

Il 9 novembre le classi 1^INT A, 1^ e 2^CMB B, 1^ e 2^MME A, 2^MMB e D, 2^LSA C, 3^CAT A/CBA assieme ai docenti Arboritanza, Barbierato, De Zorzi, Gitto, Gubian, Leone, Marangone hanno commemorato i trenta anni della caduta del Muro di Berlino: quel muro che per 28 anni, dal 13 agosto del 1961 al 9 novembre del 1989, ha fisicamente diviso in due la città di Berlino e i suoi abitanti, ideologicamente un continente e un mondo; quel muro che in 28 anni ha visto centinaia e centinaia di persone tentare la fuga da Est verso Ovest; quel muro che in 28 anni ha visto morire decine e decine di persone sotto i colpi della polizia di frontiera; quel muro che con la sua caduta fisica ha rappresentato l'apertura della frontiera tra le due Germanie, ma idealmente l'apertura tra l'Occidente e l'Oriente.

Gli allievi hanno realizzato disegni rappresentanti i vari motivi che, tra gli uomini, determinano la costruzione di muri visibili ed invisibili. Ogni disegno è stato incollato su una scatola per un totale di 50 scatole e, via via che queste ultime venivano depositate gli allievi illustravano il perchè il loro "mattone" contribuiva ad innalzare il muro: guerra, emarginazione, razzismo, discriminazione, odio religioso, egoismo, negazione dei diritti umani.

Ultimata la costruzione del muro al grido "ABBATTIAMO I MURI" i ragazzi vi si sono scagliati contro distruggendolo. Mentre le note di "Wind of change" si diffondevano nell'aria, dal varco aperto irrompevano allievi sventolando bandiere della pace, palloncini e cartoncini colorati con scritte che inneggiavano alla giustizia, all'accoglienza, al dialogo, al rispetto, all'altruismo, al confronto, che hanno poi lasciato il posto alla scritta "Costruttori di pace" composta dagli studenti della 1^INT A. La manifestazione si è conclusa con la grande bandiera della pace che sventolava sugli spalti.

La manifestazione ha permesso agli allievi di riflettere su quanto accaduto in passato e su come ciascuno deve agire perchè nessun muro venga innalzato per separare gli uomini tra di loro e su cosa fare per abbattere quelli che tutt'oggi esistono nel mondo.

Un ringraziamento particolare va al prof. Di Plotti che ha dato indicazioni agli allievi che hanno realizzato la struttura portante del muro.

Gli allievi della 2^CMB B

Contenuto in: